Il borgo marinaro di Portofino è da decenni il punto d’incontro dei personaggi famosi di tutto il mondo. Le case strette, tinteggiate nei toni del rosso e della terracotta, allineate lungo il pittoresco porto naturale, offrono lo scenario perfetto per immortalare divi e celebrità.
Portofino è ancora oggi un luogo d’incontro del jet set internazionale che desidera vivere all’insegna dello stile di vita mediterraneo.
Con la sua classica eleganza, la famiglia Portofino rispecchia questo stile di vita. La storia dei Portofino inizia alla fine degli anni Settanta, epoca in cui IWC si accorge della richiesta sempre crescente di modelli classici e senza tempo.

L’elegante orologio da tasca Lépine di IWC, referenza 5201, funge da riferimento per la nuova linea: è bastato ruotarne il quadrante di 90 gradi e dotarlo di indicazione delle fasi lunari per realizzare il nuovo «orologio da polso tascabile» referenza 5251, presentato per la prima volta nel 1984 con il nome «Portofino». Da allora la collezione Portofino fa parte delle famiglie di orologi IWC di maggior successo, emblema di sobrietà e raffinatezza.

Nel 1988, per i 120 anni della manifattura, IWC presenta la referenza 2532, un segnatempo di forma perfetta e di grande eleganza, con cassa in oro e quadrante con cifre romane. Lo affianca, lo stesso anno, il Portofino referenza 3731 con il movimento ibrido calibro 631. Benché il cronografo sia composto di 233 parti, vanta una cassa spessa solo 3,8 millimetri: un esempio di eccellenza in fatto di tecnica costruttiva. Nel 1993 IWC lancia il Portofino Carica Manuale, referenza 2010, con un movimento estremamente piatto, spesso appena 1,85 milli metri.
Il più piatto di tutti gli orologi IWC sarà venduto con successo fino al 2005. Nel 2007 la linea si arricchisce di un cronografo meccanico. Nel 2011, anno dei Portofino, un movimento a carica manuale di IWC appartenente alla famiglia dei calibri di manifattura 59000 con autonomia di marcia di otto giorni scala per la prima volta l’olimpo dell’alta orologeria: il calibro 59210 del Portofino Carica Manuale Otto Giorni deve essere caricato solo una volta alla settimana. Nel 2014 il calibro 59230 viene introdotto nel Portofino Carica Manuale Grande Datario.

Con la collezione Portofino Midsize, lo scorso anno IWC ha presentato per la prima volta dei segnatempo dedicati a chi ama indossare orologi con casse di dimensioni inferiori e lussuosi. Con un diametro della cassa di 37 millimetri il Portofino Midsize Automatic si rivela ideale anche per i clienti con il polso più sottile ed è disponibile in quattro versioni in oro rosso e in sei versioni in acciaio, dotate di diamanti incastonati sulla lunetta oppure, se si preferisce una variante più sobria, di 12 diamanti sul quadrante. Il lancio della collezione Midsize ha segnato anche il ritorno dell’indicazione delle fasi lunari nella famiglia di orologi Portofino, un ritorno che nel Portofino Midsize Automatic Moon Phase viene interpretato con motivi differenti, talvolta in veste classica con una cornice di nuvole, talvolta fluttuando liberamente nel cielo stellato. Sono ben cinque i modelli a risplendere adornati di diamanti, luna e stelle con una versione in oro bianco, tre in oro rosso e una in acciaio.

Il Portofino Midsize Automatic Day & Night unisce il carattere nobile dei diamanti e della madreperla con lo spirito di una generazione in costante movimento. Grazie a una seconda ora locale a scelta sull’anello delle 24 ore, chi è attivo fino alle prime luci del mattino mantiene sempre sotto controllo il trascorrere del tempo.
Ora tre raffinati modelli Portofino Automatic sono anche disponibili con cassa in oro rosso o in oro bianco con lunetta di diamanti incastonati e cinturino in pelle di alligatore di Santoni.