Il Navitimer è uno dei modelli più emblematici di Breitling. Pilastro dei cronografi d’aviatore da più di cinquant’anni, il nome deriva dalla fusione di : Navigation e Timer. Il Design ,ideato nel 1952 , fu studiato in collaborazione con l’AOPA ( Aircraft Owners & Pilots Association ), che selezionó il Navitimer come orologio ufficiale. I primissimi esemplari montavano il calibro Valjoux 72 mentre dal 1955 in poi è stato montato il Venus 178. Inizialmente veniva prodotto con quadrante e contatori neri e negli anni ’60 compaiono per la prima volta i contatori a contrasto bianchi che ancora oggi sono una caratteristica del modello. Nel 1962 l’astronauta della NASA Scott Carpenter contattó la Breitling per realizzare un orologio che facesse un giro completo in 24 ore invece delle canoniche 12 , questo perchè nello spazio era molto facile perdere la percezione del giorno e della notte, diedero vita così a un modello che è tuttora in produzione. Durante gli anni ’70 il Navitimer combió in molti aspetti : introducendo la data, aumentando la dimensione della cassa e, modificando il movimento con un Valjoux 7740 . Con una storia lunga più di mezzo secolo il Navitimer entra di diritto fra i segnatempo più desiderati e longevi del panorama orologero. Fedele ad un legame col mondo dell’aviazione il suo design unico è ancora oggi considerato attuale e all’avanguardia.